Meccatronico, ultima chiamata!

Per le imprese di autoriparazione iscritte solo come elettrauto o solo come meccanico-motorista, c’è tempo fino al 5 gennaio 2018 per regolarizzare la propria posizione in Camera di Commercio, pena la cancellazione dell’impresa.

Considerando l’imminente scadenza, Confartigianato Imprese Rieti sollecita quanti ancora non l’avessero fatto, a verificare la propria posizione, per evitare di incorrere in spiacevoli sorprese con l’inizio del nuovo anno.

Riepilogando la norma, ricordiamo che Legge 224/2012 ha modificato la vecchia Legge 122/1992, che definisce i requisiti necessari per poter ricoprire il ruolo di responsabile tecnico all’interno di un’impresa di autoriparazione. Con la nuova normativa sono state unificate le figure dell’elettrauto e del meccanico-motorista, coniando il termine meccatronico. Alla luce di queste novità, le imprese iscritte solo per una delle due sezioni devono regolarizzare la propria posizione in Camera di Commercio, dimostrando di possedere i requisiti fissati dalla legge.

Nello specifico la norma ha introdotto diverse casistiche che brevemente riportiamo.

Imprese in attività in possesso di entrambi i requisiti

Coloro che alla data di entrata in vigore (5 gennaio 2013) della legge 224/2012 erano in possesso sia dei requisiti meccanico-motoristica che di elettrauto, sono automaticamente abilitati allo svolgimento dell’attività di meccatronica senza aggravio di oneri amministrativi e finanziari.

Imprese in attività, attualmente abilitate per una sola sezione (solo meccanico-motorista o solo elettrauto)

Parliamo delle imprese iscritte in CCIAA alla data di entrata in vigore della norma (5 gennaio 2013). Il responsabile tecnico delle imprese abilitate per una sola sezione, qualora non sia in possesso dei requisiti tecnico-professionali per entrambe le attività, deve frequentare, con esito positivo, il corso di aggiornamento professionale di 40 ore. La persona preposta alla gestione tecnica, anche se titolare, che abbia compiuto 55 anni d’età alla data di entrata in vigore della nuova norma (ossia sia nato entro il 4 gennaio 1958), può proseguire l’attività fino al conseguimento della pensione di vecchiaia. Qualora intenda invece proseguire l’attività, dovrà effettuare il corso di formazione.

È importante sottolineare che le imprese che non avranno regolarizzato la propria posizione entro il 5 gennaio 2018, saranno d’ufficio sospese dalla Camera di Commercio, così come stabilito dalla norma.

Il corso è organizzato da ASIFORM (ente di formazione accreditato in Regione Lazio e autorizzato ad effettuare questo tipo di formazione) e inizierà il 19 dicembre.

È tollerata un’assenza pari al 20% del monte ore.

È inoltre possibile, per le imprese iscritte alla CCIAA di Rieti, richiedere un contributo del 50% a rimborso di quanto speso.

Per qualsiasi informazione o chiarimento è possibile rivolgersi all’Ufficio Formazione di Confartigianato Imprese Rieti al numero 0746 491435, formazione@confartigianatorieti.com.

Related News

Commenti chiusi

Open your map settings to configure the Google Maps API key. The map can't work without it.

Copyrıght 2015 CONFARTIGIANATO IMPRESE RIETI