Nuovo bando dedicato alle imprese della zona cratere

Sarà pubblicato a breve un nuovo Avviso pubblico dedicato alle imprese con sede nei comuni colpiti dal sisma del 2016, a sostegno di nuovi investimenti. Di seguito le caratteristiche dell’agevolazione.

Finalità del bando. Sostenere le imprese danneggiate dal sisma del 24 agosto del 2016 e quindi favorire attraverso agevolazioni la ripresa e lo sviluppo del tessuto produttivo dell’area colpita dagli eventi sismici dell’agosto ed ottobre 2016.

Regioni destinatarie del bando. Lazio, nei comuni colpiti dal sisma del 24 agosto 2016, del 26 e 30 ottobre 2016 e del 18 gennaio 2017.

Disponibilità finanziaria assegnata. 35 milioni di euro, suddivisi secondo le proporzioni individuate
dai presidenti delle regioni, in particolare per la regione Lazio il 14%, pari a 4.900.000,00 euro.

Soggetti beneficiari. I soggetti beneficiari sono le imprese iscritte nel registro delle imprese o titolari di partita iva, con presenza di unità produttive nei comuni del cratere che realizzino o abbiano realizzato investimenti produttivi a partire dal 24 agosto 2016. Le imprese possono essere operanti in tutti i settori
ma le risorse attribuite alle imprese agricole, della pesca e dall’acquacoltura non potranno essere più del 10% delle risorse totali.

Costi ammissibili. I costi ammissibili devono riferirsi all’effettuazione di nuovi investimenti produttivi, finalizzati alla realizzazione di nuove unità produttive o all’ampliamento di unità produttive esistenti. Detti costi riguardano:

a) Il suolo aziendale e le sue sistemazioni.

b) Le infrastrutture specifiche aziendali, inclusi acquisto di immobili o ampliamento di immobili esistenti, purché strettamente funzionali al ciclo produttivo dell’impresa.

c) I beni materiali ammortizzabili di qualsiasi specie funzionali al ciclo produttivo caratteristico dell’impresa.

d) I brevetti e gli altri diritti di proprietà industriali funzionali al ciclo produttivo.

e) I programmi informatici esclusivamente connessi alle esigenze di gestione del ciclo produttivo caratteristico dell’impresa.

f) Per le sole piccole e medie imprese, i costi relativi all’acquisizione di servizi consulenza connessi al programma di investimento produttivo, quali:

  • servizi qualificati di supporto all’innovazione tecnologica di prodotto e di processo (a titolo esemplificativo, servizi di supporto alla innovazione di prodotto nella fase iniziale, test e ricerche di mercato per nuovi prodotti, servizi tecnici di progettazione per innovazione di prodotto e di processo produttivo, servizi tecnici di sperimentazione).
  • servizi qualificati di supporto all’innovazione organizzativa, servizi di supporto al cambiamento organizzativo, servizi di miglioramento dell’efficienza delle operazioni produttive, supporto alla certificazione avanzata, servizi per l’efficienza ambientale ed energetica.
  • servizi qualificati di supporto all’innovazione commerciale per il presidio strategico dei mercati: supporto alla introduzione di innovazioni nella gestione delle relazioni con i clienti, supporto allo sviluppo di reti distributive specializzate ed alla promozione di prodotti, servizi di valorizzazione della proprietà intellettuale.

Caratteristiche dell’agevolazione. Saranno ammessi a contributo i programmi di investimento che presentano spese ammissibili tra 20.000 e 1.500.000 euro; per i punti e) ed f) sopra citati l’investimento complessivo non deve essere superiore a euro 50.000. Il contributo concesso è a fondo perduto, pari al 50% dei costi ritenuti ammissibili entro il limite del “De Minimis”. Il progetto deve essere realizzato entro 18 mesi dall’approvazione.

Presentazione domande. Siamo in attesa della pubblicazione dell’Avviso pubblico che fisserà i termini di presentazione delle richieste. Per il momento l’Ufficio Credito e Incentivi alle imprese di Confartigianato
si è già attivato per raccogliere le manifestazioni di interesse di quanti fossero intenzionati a partecipare al bando.

Per informazioni: Veronica Ponte – Tiziana Colletti tel. 0746 218131 credito@confartigianatorieti.com 

Related News

Commenti chiusi

Open Google Maps Widget settings to configure the Google Maps API key. The map can't work without it. This is a Google's rule that all sites must follow.

Copyrıght 2015 CONFARTIGIANATO IMPRESE RIETI